L’arricchimento ambientale per il gatto

L’arricchimento ambientale è costituito da tutti quegli stimoli che rendono la vita di un animale domestico più appagante e in linea con le sue necessità di specie.

Cos’è il gatto?

Il gatto domestico, nonostante viva nelle nostre case da più di 10.000 anni, ha mantenuto invariate molte delle caratteristiche del suo “cugino” selvatico.

La casa, per ciò, rappresenta il suo territorio che racchiude tutte le risorse chiave e va difeso dagli intrusi.

Quali sono le sue necessità?

Se pensiamo a come vivono i gatti selvatici in natura e facciamo un paragone con lo stile di vita del nostro micio, ci accorgiamo subito di quanto possa essere poco stimolante la vita domestica.

Se è vero che il nostro micio non necessita di procurarsi il cibo o scappare da un predatore, resta comunque fondamentale per il suo benessere psico-fisico il bisogno di correre, saltare e arrampicarsi.

Quali sono le problematiche più diffuse?

La mancanza di stimoli che tengano attivo il nostro gatto, porta facilmente ad uno stato di noia.

Un gatto annoiato che non ha modo di intrattenersi durante la giornata, sfogherà, quasi inevitabilmente, la sua frustrazione nel cibo.

Un eccesso di cibo e una vita sedentaria possono poi aprire la strada ad una serie di patologie correlate come: obesità, stress cronico e problemi alle vie urinarie.

Una casa a misura di gatto

Quando abbiamo deciso di adottare un gatto, abbiamo inconsapevolmente accettato di: avere perennemente i vestiti ricoperti di pelo, i pavimenti cosparsi di lettiera e detto addio agli angoli del divano.

Ma avete mai pensato di rendere la vostra casa a misura di gatto?

Arricchimenti di tipo strutturale

Percorsi sospesi

Il gatto è un animale che sfrutta l’ambiente che lo circonda in maniera tridimensionale.

Ama saltare e arrampicarsi per raggiungere posizioni sopraelevate, dove si sentirà protetto e potrà controllare ogni cosa dall’alto.

Date via libera all’immaginazione appendendo mensole e creando percorsi sospesi a loro uso esclusivo.

Si possono creare un’infinità di diverse combinazioni con tanto di amache e cucce sospese oppure basterà aggiungere qualche ripiano per permettergli di raggiungere la parte superiore di un armadio o uno scaffale.

In questo modo, il micio si terrà in movimento e allo stesso tempo potrà ritagliarsi un angolo tranquillo in cui rifugiarsi e schiacciare un pisolino.

Tiragraffi

I tiragraffi non possono mai mancare, sia per il benessere delle loro unghie, sia per permettergli di soddisfare uno dei suoi tipici comportamenti.

Quando gratta le unghie sulla vostra poltrona preferita non vi sta facendo un dispetto, sta semplicemente marcando il territorio. Le punizioni quindi non servono, meglio fornirgli un’alternativa più appropriata.

Disponetene in vari punti della casa, di diversi materiali e inclinazioni, alcuni gatti infatti, preferiscono grattare le unghie in posizione verticale, mentre altri in orizzontale.

Nicchie e nascondigli

Il gatto è allo stesso tempo predatore e preda, per questa ragione ama molto nascondersi in tutto ciò che può contenerlo.

Scatole, cesti e cucce rappresentano per lui un posticino comodo per riposare, ma anche un nascondiglio da cui sferrare un attacco.

Distribuitene in ogni angolo della casa e su diversi livelli, il vostro micio troverà il modo di sfruttarli a seconda delle sue esigenze.

Arricchimenti sensoriali

Olfatto

Non solo gli oggetti fisici possono rappresentare un arricchimento, ma anche un odore nuovo o un suono.

Molti gatti trovano interessante l’odore dell’erba gatta (Nepeta cataria) sui quali ha un effetto stimolante ed eccitatorio. In commercio esistono giochi ripieni di foglie essiccate, ma anche spray che possono essere nebulizzati sui pupazzetti che già possedete.

Non esagerate però con questo stimolo, utilizzatelo ogni tanto come diversivo.

Spesso è sufficiente portare con voi uno dei loro giochi per farlo impregnare di odori provenienti dall’esterno. Quando glielo ridarete, passerà molto tempo ad ispezionarlo.

Udito

Anche i suoi possono essere un buono stimolo: giocattoli che imitano lo squittio di una preda, campanelli e sonagli.

Numerosi studi, hanno dimostrato che determinate frequenze hanno un effetto rilassante sui nostri mici ed esistono vere e proprie compilation di canzoni dedicate a loro.

Tatto

Anche il tatto del nostro micio può essere stimolato.

I polpastrelli dei gatti sono, infatti molto sensibili, lasciategli quindi a disposizione diversi substrati su cui camminare e sedersi.

Potete utilizzare ad esempio carta pesta, tavolette di compensato o lastre di plexiglass. Anche in questo caso liberate la fantasia!

Vista

Per un gatto domestico non c’è niente di più stimolante di guardare fuori da una finestra.

Cose che a noi possono sembrare banali, come delle persone che passeggiano o degli uccelli che volano, per i nostri mici rappresentano un vero e proprio intrattenimento.

Se non avete un davanzale abbastanza largo per farlo sedere comodamente, disponete uno sgabello o qualcosa di rialzato che gli permetta di osservare il mondo esterno.

Gusto

Come ogni proprietario sa, i gatti si stufano molto facilmente dello stesso cibo, questo perché in natura mangiano un’ampia varietà di prede.

Proponetegli quindi cibo umido di diversi gusti e consistenze, così da non farlo mai annoiare.

Arricchimenti cognitivi e stimoli predatori

Il gatto domestico rimane a tutti gli effetti un predatore. Sebbene non debba più procacciarsi il cibo da solo, l’istinto di cacciare rimane molto alto per tutta la durate della sua vita.

Stimolatelo quindi con giochi di varia natura, perché come dicevamo, le sue prede corrono, saltano e volano.

Cercate quindi di ricreare queste diverse tipologie di movimento con palline, nastri e tutto ciò che possiate immaginare. L’unica accortezza è che siano di dimensioni ridotte e abbastanza leggeri da poter essere presi in bocca e spostati.

In natura le prede non sono sempre a disposizione, ma vanno invece cercate e conquistate. Potete fare la stessa cosa con i suoi giochi: invece di lasciarli sempre tutti in giro per casa, potete riunirli in un cestino e lasciare che sia lui a scegliere quello che preferisce. Periodicamente, raccoglieteli tutti così da ricominciare da capo.

La caccia però, non ha solamente una componente fisica, ma richiede anche un grande sforzo mentale.

Stimolate quindi anche le loro capacità cognitive con enigmi e puzzle da risolvere. Ovviamente, a gioco risolto, devono sempre ricevere una ricompensa per non cadere in uno stato di frustrazione.

Arricchimento sociale

La socialità tra gatti è molto complessa e delicata, introdurre in casa un nuovo individuo per far compagnia al nostro micio, non è per forza una buona idea.

Spesso infatti, gatti abituati a vivere da soli, non condividono serenamente le proprie risorse e i propri spazi con il nuovo arrivato, anzi questa situazione può creare un forte stress.

Siate voi stessi l’arricchimento sociale del vostro gatto. Prendetevi del tempo da dedicargli per condividere esperienze.

Lasciate spazio alle coccole, ma anche al gioco, alla costruzione di un tappeto sensoriale oppure un contenitore da cui pescare giochini e premietti.

Inventate nuove attività ogni giorno e lasciate che sia lui a decidere se e come prendervi parte. Rendetelo partecipe della vostra vita perché lui non aspetta altro!

Un gatto che soddisfa tutti i comportamenti tipici della sua specie è un gatto sano e felice.

 

ELISABETTA PENNA

Sono etologa e naturalista. Esperta di animali selvatici e domestici, appassionata di ornitologia e grande amante dei gatti. Ho fatto ricerca sull’avifauna locale e le capacità cognitive dei pappagalli e sono consulente di comportamento felino presso un hotel per gatti.